Il governo thailandese ha avviato da anni una strategia per lo sviluppo del turismo medicale nel Paese. Nel corso dell’ultimo decennio un numero sempre crescente di visitatori internazionali sono giunti nel Regno per visite mediche, operazioni chirurgiche e trattamenti medici. Lo scorso anno sono stati circa 3 milioni i visitatori che hanno abbinato alle vacanze trattamenti medici. La Thailandia infatti ha ricevuto unanime riconoscimento di qualità e sicurezza da parte di medici e cittadini stranieri che richiedono visite mediche e cure, e sta rapidamente diventando un vero e proprio hub per il turismo medico in Asia. I fattori principali sono la tecnologia medica, medici professionisti e specialisti altamente qualificati in particolar modo per la chirurgia cardio-vascolare, dentistica, oculistica, dermatologica e plastica, il facile accesso alle cure nel paese, più che ragionevoli spese mediche e un'eccellente ospitalità. Oltre a questi aspetti, la Thailandia è anche una destinazione turistica molto importante per i turisti provenienti da tutto il mondo, con un'ampia varietà di risorse turistiche da offrire. Spiagge e isole, montagne, natura, arte e cultura, cucina thai, intrattenimento, shopping e molto altro ancora. In tal modo, le persone che vengono in Thailandia per curarsi possono essere sicure che riceveranno soprattutto qualità. Attualmente, il paese ha un totale di 1.260 ospedali (55 solo a Bangkok) divisi in ospedali pubblici e privati che hanno anche esperienza nel marketing con altri paesi. La certificazione a livello internazionale da parte della Joint Commission International è arrivata in Thailandia sin dal 2002. Tra gli ospedali accreditati ci sono: il Bangkok Hospital Medical Centre, il Bangkok Phuket Hospital, il Bangkok Nursing Home (BNH), il Bumrungrad International, il Samitivej Srinakarin, il  Samitivej Sriracha, il Samitivej Sukhumvit e il Bangkok Hospital Pattaya, ottavo ospedale thailandese ad essere stato incluso in questa lista. Gli ospedali Bumrungrad International e Samitivej, gestiti da un’amministrazione americana, offrono check up completi. Controlli approfonditi che comprendono esami fisici, radiografie, esami del sangue, controllo del metabolismo e test cardiaci sotto stress.

Il Bumrungrad International Hospital (https://www.bumrungrad.com/)  a Bangkok somiglia più ad un albergo a cinque stelle che ad un complesso ospedaliero. E’inserito nella lista dei 10 migliori ospedali del mondo, grazie a criteri qualitativi elevatissimi e al suo interno lavorano più di seicento medici formati nelle migliori università occidentali, il personale parla più di 17 lingue. Il Bumrungrad ospita quasi quattrocentomila pazienti stranieri all'anno ed i pacchetti a disposizione comprendono uno screening completo per le donne sopra i 40 anni ad un prezzo ridotto di circa 20,000 baht (circa 520 euro).
Presso il Samitivej’s Wellness Centre (https://www.samitivejhospitals.com/en/centers/wellness-center/) è possibile prenotare un controllo sanitario completo con incluso un programma personalizzato. Ci si può appoggiare all’International Medical Gateways, un operatore specializzato in turismo sanitario, che assiste i visitatori durante il loro soggiorno, organizzando viaggio e alloggio, nonché gli appuntamenti in ospedale. I check up richiedono poche ore ed i prezzi partono da circa 6.500 baht (circa 170 euro), a seconda del pacchetto scelto.
Con due settimane di vacanza in Thailandia, si può effettuare anche la chirurgia dell'occhio in caso di forti miopie: il LASIK. La procedura in sé dura solo dieci minuti per occhio e le bende possono essere tolte a poche ore dall’intervento. L’operazione si svolge in anestesia locale ed i pazienti sono solitamente dimessi lo stesso giorno.  Il TRSC LASIK Centre (http://www.lasikthai.com/)  a Bangkok  è uno dei migliori centri LASIK di tutta l’Asia. Questo gruppo di specialisti ha aperto la strada alla chirurgia oculare in Thailandia oltre un decennio fa e le 40.000 operazioni agli occhi avvenute con successo, confermano il livello di qualità della struttura medica.

Specializzato in cure sanitarie è il Medical Tourism Thailand, un operatore che offre cure dentali presso ospedali e centri specializzati a Bangkok, Phuket, Koh Samui o Hua Hin. Il pacchetto più onnicomprensivo include un controllo e un programma di trattamento, una radiografia dei denti e della mascella, igiene dentale e l’otturazione di un dente; e il suo costo è di 4300 baht, 115 euro circa.  Per 35.400 baht (930 euro circa) i pazienti possono optare per programmi molto più ampi che includono anche lo sbiancamento dei denti. Tutte le visite, le operazioni e i controlli avvengono presso la RSU Dental Centre, Rangsit University, a Pathum Thani (http://www.rsuhealth.com/)
Poco lontano da Bangkok, c’è il Central Pattaya Dental Center (http://www.dentalclinicpattaya.com/) che offre servizi e cure di qualità a prezzi leggermente inferiori rispetto a Bangkok. La clinica è specializzata in odontoiatria estetica e generale. I turisti possono prenotare anche solo una pulizia dei denti per meno di 1000 baht (poco più di 27 euro) prima di riprendere la loro vacanza nella Terra del Sorriso.
A Chiang Mai si trova lo Sarinya Clinic Skin Care (http://www.sarinya-clinic.com/en/contact). Ad Udon Thani l’ Aek Udon International Hospital, specializzati entrambe in dermatologia (https://www.health-tourism.com/medical-centers/aek-udon-international-ho...) . Qui vengono utilizzate diverse tecniche all’avanguardia come gli acidi AHA per trattare la pelle infiammata e distruggere i microbi, il trattamento laser ad anidride carbonica per rimuovere verruche e voglie. Anche l’ospedale Phyathai di Bangkok (http://phyathai2international.com/)  è specializzato in dermatologia per la diagnosi e la cura delle malattie della pelle. L’International Medical Centre all’interno della struttura, assiste e segue ogni paziente per tutto l’iter prescelto all’interno dell’ospedale. L’accoglienza del paziente-turista in queste strutture, oltre alla convenienza evidente nei prezzi, fa la differenza: si viene trattati come ospiti più che come pazienti.

CURARSI CON LA MEDICINA TRADIZIONALE THAILANDESE

La Thailandia è sinonimo di benessere, serenità e stile di vita rilassato, proprio grazie alle antiche pratiche che contribuiscono all’armonia di mente e spirito. Sempre di più la medicina tradizionale thailandese è apprezzata e ricercata da numerosi visitatori che arrivano nel Paese dei Sorrisi proprio per ritrovare se stessi e un equilibrio fisico e mentale, non solo attraverso trattamenti di bellezza, ma anche per curarsi con le antiche tecniche. Ecco una mini guida per capire meglio alcune delle opzioni a disposizione:

Il "Throat Treatment", secondo il metodo tradizionale, prevede l’applicazione di un unguento all’interno della gola per alleviare tosse, dolore ed espellere il catarro. Gli ingredienti che si utilizzano sono cipolla, lenticchie essiccate e canfora: la polvere che ne deriva viene mescolata al succo di agrumi e applicata all’interno della gola.

"Ya Nad" è molto efficace nel curare raffreddore, naso chiuso ed emicranie causate da uno stato influenzale. Si utilizzano varie erbe mescolate insieme da inalare con l’aggiunta di peperoncino e zenzero. Questa è una tecnica molto usata ancora oggi in tutta la Thailandia.

"Dong Ya” è un ottimo rimedio energizzante. Le erbe vengono messe in vasetti con alcool per circa tre settimane e lo sciroppo che ne deriva viene poi assunto in piccoli bicchieri al bisogno. Questo rimedio rinvigorente può essere acquistato in molti negozi in tutto il paese.

"Ya Tom" è costituito da diverse erbe bollite insieme in una pentola di terracotta, dal momento che l'argilla ha la capacità di lasciare intatte le proprietà degli alimenti, impedendo alterazioni di aromi e sostanze. Questo infuso è considerato uno dei migliori nella medicina Thai, con la capacità di rafforzare il sistema immunitario.

"Ya Pan Luk Klon" è una sorta di pillola fatta a mano con miele ed erbe che agiscono da conservanti. A seconda delle erbe utilizzate, Ya Luk Klon è in grado di curare diverse malattie.

"Ya Soob", letteralmente "medicina fumo", è in realtà assunta come se si fumasse una sigaretta: questo rimedio è fatto di nad, una pianta essiccata, avvolta in foglie di banano. Il fumo non viene inalato ma tenuto nelle narici per qualche secondo ed espulso attraverso il naso. E' molto efficace per la sinusite e l’asma.

"Ya Sum" è un altro rimedio tipico thailandese per il raffreddore. La miscela di erbe è posta sulla sommità della testa, in particolare usato con bambini piccoli che spesso non sono in grado di assumere la medicina in altri modi. Di solito si tratta di un mix di cipolla, curcuma e riso bollito.

La medicina thailandese fa ampio uso di impacchi caldi sulle zone infiammate, a base di componenti vegetali posti sopra una pentola piena d’acqua bollente che riscalda l’impacco. L'applicazione avviene tramite massaggio rilassante ideale per ridurre lividi, gonfiore, pressione alta e anche per drenare i liquidi.

Il bagno di vapore thailandese aiuta a rilassare i muscoli e migliorare la circolazione del sangue e, con l’aggiunta di erbe specifiche, è utile per combattere raffreddore, mal di testa, dolori muscolari, tosse, sudorazione...

Il Court-Style Massage, chiamato così per i movimenti leggeri, è un massaggio curativo. Utilizzando solo il pollice e le dita, questo massaggio contribuisce a migliorare la circolazione del sangue, a curare mal di testa, mal di schiena, le patologie del sistema digestivo e dell’intestino, oltre che l’insonnia.

Punti di interesse per Turismo Medico