Koh Phayam
Koh Phayam
Koh Moo
Koh Yipun
Koh Khang Khao
Koh Moo

In Thailandia ci sono isole famose in tutto il mondo ed altre che conservano gelosamente il proprio fascino discreto. In provincia di Ranong, sulla costa nord occidentale del Mar di Andaman ce ne sono alcune davvero sensazionali. Koh Phayam, Khang Khao e Koh Moo sono isole idilliache in cui la principale preoccupazione del visitatore è scegliere l'angolo giusto ove gustarsi tanta meraviglia. Koh Phayam, l’unica abitata, fa parte di quest’ultima categoria. Le migliori spiagge si trovano tutte ad ovest verso il mare aperto. Ao Yai (spiaggia grande) è la più scenografica oltre ad essere quella con la maggiore presenza di alloggi. Molto bella è Heaven Beach, con le mangrovie e la sua acqua verde trasparente. La baia ospita il famoso Hippy bar, un locale davvero unico a forma di nave pirata, costruito interamente in legno. Locali e visitatori si danno appuntamento qui per ammirare il tramonto sorseggiando ottimi cocktail. Molti si soffermano sulla prua fino a notte: con l’alta marea l’acqua arriva fin sotto il bar e sembra proprio di essere su una vera nave. Poco lontano proseguendo sulla stessa strada c’è la Monkey Bay, una piccola baia circondata da una giungla abitata da scimmie e scoiattoli. Scorci da cartolina si trovano invece a Buffalo Bay: questo angolo è un piccolo paradiso che normalmente si condivide solo con poche persone. A Koh Phayam non esistono macchine. Il servizio di trasporto pubblico è effettuato con i motorini. C’è un’unica e piuttosto malandata strada che permette la visita ed il trattore è l’altro mezzo privilegiato per scorrazzare sull’isola. E’ un luogo ancora magico, il contatto con la natura e lo stile di vita semplice degli abitanti toccano il cuore. E non solo: su quest’isola vivono i Moken, gli ultimi nomadi del mare. Questo popolo, che conta ormai poche migliaia di persone sparse sulle isole della costa occidentale della Thailandia, vive prevalentemente in acqua, all’interno delle proprie imbarcazioni in legno chiamate Kabang. Si fermano solo durante la stagione delle piogge per poi salpare quando il tempo migliora. Tantissimi gli uccelli fra cui splendidi hornbills e maestose aquile pescatrici: sono centinaia e volano indisturbate. In acqua miriadi di pesci: diverse le scuole di immersione e agenzie che organizzano escursioni quotidiane anche per lo snorkeling. Sull’isola si arriva in barca dalla città di Ranong. Una volta arrivati al porto della cittadina si può scegliere tra speedboat, che impiega circa 40 minuti, o un ferryboat che la raggiunge in un paio d’ore.