KOH CHANG Salak Phet Villaggio pescatori
KOH CHANG Salak Kok Villaggio Pescatori
Koh Kood
Ko Mak-Katueng Bay
Mu Ko Chang National Marine Park

Trat è la provincia più orientale della Thailandia ed è caratterizzata dalla presenza di molte spiagge ed isole tropicali. Questa piccola provincia segna con la catena montuosa del Khao Banthat il confine naturale tra Thailandia e Cambogia. Un viaggio in questa zona del sud del Paese non può che avere inizio dal Parco Nazionale dell’Arcipelago di Koh Chang ed in particolare dall’isola omonima, che è la più grande isola thailandese dopo Phuket e la più vicina alla terraferma. Le sue montagne sono interamente ricoperte da una fitta vegetazione tropicale che si interrompe solo sulle spiagge di finissima sabbia bianca. Alcune di queste, come ad esempio Hat Sai Khao (in thai significa “la spiaggia dalla sabbia bianca”), considerata la spiaggia più bella dell’isola, si prestano favolosamente all’attività balneare grazie al livello del mare che scende in modo graduale ed al fondale sabbioso. A chi avrà voglia di partire per l’esplorazione dell’interno selvaggio, Koh Chang saprà regalare occasioni avvincenti e suggestive. Ad esempio, un breve ma intenso percorso di trekking porta a contatto con una serie molto interessante di cascate: la più vicina ad Hat Sai Khao è la cascata Khlong Phlu mentre sul lato opposto dell’isola si trovano le Than Ma Yom, distribuite in diversi salti consecutivi i più alti dei quali sono raggiungibili attraverso un percorso piuttosto arduo ed adatto a scalatori. Per chi preferisce invece evitare i percorsi difficili ed impegnativi consigliamo di noleggiare una mountain bike e partire per l’esplorazione attorno all’isola, costeggiandola per tutto il suo perimetro. Il rilievo montuoso crea a volte lunghe ed impegnative salite in cima alle quali si potranno scorgere fantastiche panoramiche sul mare.

Spiagge principali:

-Hat Sai Khao. Si tratta di un'ampia spiaggia con sabbia bianca e fine, molto sicura per nuotare e ideale per rilassarsi. Vanta un'incredibile offerta di alloggi per ogni esigenza, per godersi le belle spiagge orlate da palme e da acque tranquille.                                                                                                                                                    

-Hat Khlong Phrao e Laem Chaiyachet. Sono spiagge piuttosto estese e dotate di una buona scelta di bungalows e resorts. Le baie sono situate sul lato opposto rispetto ad Hat Sai Khao. Offrono numerose possibilità per nuotare o rilassarsi al sole. La zona a nord di Ao Khlong Phrao è collegata a Laem Chaiyachet da un promontorio roccioso che si estende fino al mare. E’ un luogo romantico per vedere il tramonto.                  

-Ao Bai Lan. Percorrendo la strada ciclabile ai piedi delle scogliere e delle montagne, si raggiunge questa baia che offre uno scenario fantastico. Ao Bai Lan è un luogo ideale per trovare pace e tranquillità                 

-Hat Tha Man (Lonely Beach). Negli ultimi anni il nome di questa spiaggia, "solitaria”, è diventato un termine improprio. Oggi, infatti, è piena di giovani turisti in cerca di divertimenti e particolari alloggi come le capanne sugli alberi. Solo durante la stagione delle piogge, da maggio a ottobre, è più deserta.                  

-Hat Kaibae, più a sud, è la giusta via di mezzo tra la Khlong Phrao e la Lonely Beach, prediletta dai backpackers o comunque da viaggiatori poco pretenziosi! Da visitare anche Bang Bao Beach, essenzialmente un villaggio di pescatori situato all’estremità meridionale della medesima costa. Troverete qui l’imbarco per le isole minori, ottimi ristorantini ove gustare pesce freschissimo e diving centers. Assolutamente da non mancare la visita delle isole limitrofe. Senza contare gli atolli, nell'area di Koh Chang vi sono ben 52 isole ancora quasi del tutto vergini e disabitate. Questa particolare connotazione del territorio si può ammirare agilmente noleggiando una speed boat o una “long tail” boat (la tipica imbarcazione da pesca thailandese). Il paesaggio suggestivo diviene incantevole sul versante di mare che confina con la Cambogia: le isole di Koh Mak e Koh Kood sono un capolavoro della natura.

Comunità dei pescatori

- Ban Salak Phet e Ban Salak Kok  sono due villaggi di pescatori situati a sud-ovest di Koh Chang. Il remoto Salak Phet ha fatto per lungo tempo da riparo alle barche durante le tempeste. Oggi il villaggio è famoso per l'abbondanza di pesce fresco e per le comode sistemazioni presso le famiglie del posto, dove i turisti possono condividere al meglio le tradizioni locali. È, inoltre, possibile affittare barche a buon prezzo per esplorare l'arcipelago e fare snorkeling. Affascinante località nel sud dell'isola, non lontano da Ao Salak Phet, Hat Sai Yao offre un'estesa spiaggia sabbiosa, ideale per nuotare. Vi è, inoltre, un punto panoramico che si affaccia sulle altre isole, quali Koh Laoya e Koh Wai, e sul villaggio di pescatori Ao Salak Phet.               

- Bang Bao Fishing Village. Si tratta di un villaggio suggestivo, costituito da palafitte di legno affacciate sul mare e collegate da passerelle. Lo stile di vita dei pescatori e il gustoso pesce sono le principali attrazioni per i turisti. Oggi ci si può immergere totalmente nella cultura locale prenotando una sistemazione in famiglia. Un'altra opportunità interessante è noleggiare una nave per visitare l'intero arcipelago

Cosa fare a Koh Chang?

Molti bungalow attorno Hat Sai Khao e Hat Kai Bae noleggiano kayak, tavole da surf e mountain bike. Un'altra affascinante alternativa è prenotare un'escursione giornaliera o un pernottamento sulle isole vicine. Tra gli sport acquatici, lo snorkelling e il diving sono i più praticati. La zona più famosa per il diving si trova all'estremità meridionale. Al largo di questa costa e fino alla splendida isola di Koh Kut, vi sono i punti di maggior interesse, ricchi di coralli e con una nave da guerra thailandese affondata dai francesi durante la battaglia del 1941. I negozi che possono fornire assistenza e i vari corsi PADI sono parecchi e per ottenere il brevetto di immersione open water sono necessari dai tre ai quattro giorni. Se si preferisce risparmiare tempo e soldi si può fare snorkeling di un'intera giornata a Koh Rang (rinomata per i fondali bassi e per la varietà di pesci). Molti operatori sulle spiagge più famose, Hat Sai Khao, Hat Kai Bae, Hat Khlong Phrao e Ban Bang Bao, offrono corsi di immersione ed escursioni giornaliere, noleggio e vendita delle attrezzature. La vita notturna non è tanto animata come nelle più celebri Koh Samui e Phuket. I visitatori si concentrano alla sera nei pressi delle spiagge più famose, mentre i più giovani preferiscono le feste di Lonely Beach.

Miglior periodo per andare: da Novembre ad Aprile

Come raggiungere Koh Chang?

In aereo:Bangkok Airways vola direttamente dall’aeroporto internazionale Suvarnabhumi fino a Trat in un’ora. E’ attivo un servizio di trasporto curato dalla stessa compagnia aerea dall’aeroporto alle principali località della costa ovest dell’isola ed include il biglietto del ferry. I transfer verso la costa est sono effettuati da compagnie private o a cura dei resorts.

Bus:servono 20 minuti di taxi dalla stazione degli autobus di Trat fino a Laem Ngop, il porto d’imbarco verso l’isola.  La distanza dall'aeroporto è analoga. Durante la stagione secca, da novembre ad aprile, i traghetti partono giornalmente dal molo principale di Laem Ngop, dalle 8.00 alle 17.00. Nella stagione delle piogge, invece, ce ne sono ogni due ore.  Più avanti lungo la costa vi sono altre compagnie che effettuano trasporto auto, con servizio ogni ora durante l'alta stagione. Una volta che si è sull'isola ci si può muovere in sicurezza con i taxi collettivi.