Chong Chang Ecomuseum
Chong Chang Ecomuseum
Chong Chang Ecomuseum
Chong Chang Ecomuseum
Chong Chang Ecomuseum
Chong Chang Ecomuseum
Chong Chang Ecomuseum
Chong Chang Ecomuseum
Chong Chang Ecomuseum

Il Museo ecologico a cielo aperto di Chong Chang Tune si trova nel distretto di Bo Rai a soli 45 minuti di auto da Trat. Questo museo “vivente” racconta la storia del popolo Chong, il popolo originario della provincia che ha fortissimi legami con la natura circostante.

È qualcosa di più di un piccolo villaggio. Ai visitatori vengono offerte varie attività da praticare. Conoscendo meglio la comunità si possono sperimentare da vicino le tradizioni locali. Nel Live Eco Museum c'è un pacchetto completo che include pranzo, massaggi, fangoterapia, sauna a vapore e l’esperienza della raccolta delle pietre preziose.

Una volta giunti si viene accolti con una tisana depurante alle erbe mentre vengono raccontate la storia e le tradizioni del villaggio. Si cominciano quindi a provare tutte le attività praticabili. La prima consiste nel raggiungere il vicino fiume per fare il bagno di fango e cercare pietre preziose nell'acqua. Il viaggio dura appena 10 minuti ma è la modalità con cui si raggiunge il corso d’acqua, moto e sidecar, la prima sorpresa.
Durante la stagione delle piogge può capitare di incontrare alcuni abitanti della comunità che costruiscono piccole dighe con foglie ed arbusti di salacca. E’ un’attività che annualmente viene praticata con il fine di creare delle riserve d’acqua che torneranno molto utili in seguito, durante la stagione secca.
Il vero motivo per cui si va al fiume è per fare i fanghi con la poltiglia formata dai sedimenti. Il body scrub che segue serve essenzialmente a pulire la pelle del corpo dalle impurità. Successivamente si passa a setacciare l’acqua del fiume alla ricerca di gemme. Le provincie di Chanthaburi e Trat sono note per i giacimenti di pietre preziose e non è poi così difficile trovarne setacciando la ghiaia presente sul fondale del corso d’acqua.

Dopo le attività “acquatiche” si torna al villaggio perché bisogna assolutamente provare la sauna. La gente del posto pratica da molto tempo bagni di vapore alle erbe (Spa sum gai) all’interno di un tradizionale pollaio di bambù intrecciato di comune utilizzo nella Thailandia rurale. Una sauna di vapore alle erbe è tradizionalmente utilizzata per disintossicarsi, rimuovere le impurità, stimolare la circolazione sanguigna alleviando la tensione muscolare e lo stress. A Ban Chang Tune, il tradizionale pollaio circolare a forma di campana, è utilizzato per effettuare un bagno di vapore “personalizzato”. Ognuno dei pollai è dotato al suo interno di un vaporizzatore che di solito viene utilizzato per la cottura del riso: in questo caso vengono introdotte delle erbe al posto del cereale…il vapore fa tutto il resto! Il processo è semplice, ed il trattamento non dura più di una ventina di minuti. Ci si accomoda, seduti, all’interno della crop mantenendo fuori la testa per via del grande foro posizionato nella parte superiore del pollaio mentre i vapori alle erbe trattano il vostro corpo.

Dopo un pranzo tradizionale offerto e preparato con ingredienti prodotti dalla stessa comunità ha luogo un breve workshop su come preparare una medicina tradizionale a base di pepe lungo, pepe nero, canfora, sandalo, zenzero, noce moscata e chiodi di garofano. Molti thailandesi lo usano annusandolo o spalmandolo per curare il mal di testa, dolori articolari o il comune raffreddore.

E’ poi la volta del massaggio tradizionale praticato dalle donne anziane del villaggio e dell’applicazione della maschera purificante per il viso. Una vera giornata di benessere che è molto rilassante per la mente ed il corpo.

Visita il Chong Chang Tune Live Ecomuseum prima di raggiungere le paradisiache isole dell’arcipelago di Chang. Una visita può attualmente essere prenotata solo per telefono (+66 824 858338). La comunicazione funziona molto bene con le mani e un po’di linguaggio dei segni. Solo i più giovani della comunità riescono a pronunciare qualche parola di inglese…non preoccupatevi, qui anche comprendersi è un'esperienza a meno che non decidiate di imparare i rudimenti della lingua Thai!