Plastica

In Thailandia è entrata in vigore la messa al bando dei sacchetti di plastica monouso presso decine di grandi catene di vendita al dettaglio. E’ la più massiccia di una serie di iniziative introdotte negli ultimi anni per far fronte all'emergenza plastica in uno dei Paesi dal più alto consumo pro-capite al mondo.

La guerra alla plastica comincia proprio in questi giorni, con 75 grandi magazzini che hanno oltre 24.500 negozi in tutta la nazione che smettono di offrire sacchetti di plastica monouso ai propri clienti.

Subito dopo la misura toccherà anche migliaia di rivenditori al dettaglio. Nel frattempo, in realtà, anche i cittadini si sono già messi in azione e in molti dicono già di no ai sacchetti di plastica, consapevoli dei danni enormi che questi provocano all’ambiente e alla vita marina

Con la campagna "Dite no ogni giorno ai sacchetti di plastica", il Ministero per l'Ambiente ha lanciato un piano ventennale per ridurne l'utilizzo, dopo che negli ultimi due anni diversi casi di cetacei trovati morti sulle spiagge thailandesi con chili di plastica nello stomaco hanno finalmente portato il tema all'attenzione della popolazione.

Al bando anche le microplastiche, che proprio a partire da questi giorni saranno vietate in tutti i cosmetici, e le cannucce e i bicchieri di plastica: per loro lo stop scatterà l’anno prossimo.