Copertina

Una serata in onore di Bangkok, raccontata attraverso le storie di donne e uomini che l’hanno resa, e la rendono, unica.

“Storie di Bangkok” è il nuovo libro di Corrado Ruggeri che verrà presentato martedì 5 novembre alle 18.30 in uno dei luoghi di Roma più affascinanti e carichi di storia, la Biblioteca Angelica, ricca di 27 mila volumi tra cui preziosi manoscritti greci, latini e d’Oriente. Con l’autore ne parleranno il regista e scrittore Enrico Vanzina, la cui prima moglie era una splendida ragazza thailandese, il giornalista Nicola Porro, viaggiatore innamorato di Bangkok e della Thailandia dove vola almeno una volta l’anno, l’editore Luigi Carletti, presidente di Typimedia che con “Storie di Bangkok” inaugura la collana Atlas dedicata alle grandi metropoli, e Sandro Botticelli, marketing manager dell’Ente del Turismo Thailandese, che ha organizzato la serata.

“Storie di Bangkok" è un insieme di dieci storie che svelano la capitale thailandese come nessuna guida ha mai fatto finora. Sono le storie che racconterebbe un amico del posto o comunque qualcuno che a Bangkok ha vissuto molti anni. Un libro affascinante e intrigante come un bel romanzo. Ma in questo caso le storie sono tutte vere. Il libro ha protagonisti sorprendenti: un reparto di poliziotti voluto dal compianto re Rama IX che viaggiano in motocicletta per aiutare a partorire le donne bloccate nel traffico, il ragazzino che sentiva di essere donna, si truccava prima dei combattimenti di boxe ma stendeva senza pietà tutti gli avversari, lo scultore fiorentino che ha fatto sbocciare l’arte thai, la cuoca genio dello street food che cucina con gli occhiali da motociclista e conquista una stella Michelin, e poi segreti e misteri di luoghi magici come Chinatown e Khao San, mercati e centri commerciali, i templi, il fiume, gli skybar, spie, tatuaggi, ville in legno, storie d’amore e il ricordo di Turtle House dove Tiziano Terzani scrisse “Un indovino mi disse”.

Ruggeri è un profondo conoscitore di Bangkok che considera “una metropoli medicinale, capace di curare affanni, perfetta per celebrare successi o aprire una nuova pagina della propria vita. E’ una vera, autentica, scintillante capitale d’Oriente, con angoli dove si smarrisce la dimensione del tempo, luoghi ultramoderni e altri avvolti da profumi antichi”. “Adoro questa città – aggiunge - convinto che non ci sia nulla da rimpiangere o altro da desiderare sulla riva del fiume di Bangkok”.

Category_news: Cultura, Intrattenimento