sim card

A partire dal mese di dicembre, acquistare una SIM card in Thailandia sarà più complicato. Saranno infatti necessarie delle scansioni del volto o il rilascio di impronte digitali per acquistare le SIM nel paese: dal mese di dicembre saranno in vigore, infatti, nuove norme tese a reprimere la frode elettronica e ad incoraggiare il mobile banking.

Il nuovo sistema biometrico, sulla scia di quanto già accade in diversi paesi, inizierà il 15 dicembre, secondo l’Autorità di Regolamentazione delle Telecomunicazioni. Oltre 55.000 postazioni sono state preparate per le operazioni di registrazione dei dati.

La Commissione Nazionale per le Trasmissioni Radiotelevisive e le Telecomunicazioni, NBTC, riporta Channel News Asia, ha fatto sapere che «entrando nell’era digitale, il denaro ora è legato ai servizi mobili. Così facendo, la fiducia nei sistemi bancari o nei sistemi di pagamento mobili sarà migliorata».

Le scansioni del volto e delle impronte digitali saranno abbinate ai dati governativi collegati alle carte d’identità nazionali thailandesi, per evitare il rilascio di dati falsi e per tutelare la sicurezza bancaria.

Anche i turisti dovranno fare la scansione del volto, se vorranno acquistare una SIM card, e il metro di paragone sarà la fotografia presente nel loro passaporto. Il segretario generale della NBTC assicura che i dati personali di coloro che usano SIM card thailandesi rimarranno confidenziali. Chi ne è già in possesso potrà facilmente registrarsi con il nuovo sistema a tutela della propria sicurezza.

Tags: Novità