Ao Maya Krabi

Proteggere l’ambiente, la barriera corallina, la costa. Per questo Maya Bay, la spettacolare baia di Phi Phi dove Di Caprio girò il film “The beach”, resterà chiusa ai visitatori fino al 30 settembre 2018. Lo ha annunciato il Dipartimento dei Parchi Nazionali, Wildlife and Plant Conservation (DNP) della Thailandia. Non sarà permesso alle barche di entrare nella baia di fronte alla spiaggia, e neppure di gettare l’ancora nella vicina Loh Samah Bay. I viaggiatori potranno ancora intravedere la straordinaria bellezza della baia, resa famosa dal film di con Leonardo DiCaprio "The Beach", da una distanza di 400 metri, tra le due scogliere che formano l’ingresso naturale alla laguna. Ma questo sarà rigorosamente supervisionato e attentamente monitorato dal DNP. Durante il periodo di chiusura il DNP intraprenderà uno studio di valutazione della qualità dell’ambiente costiero e marino nonché sulle condizioni delle risorse della barriera corallina e della spiaggia, il controllo ambientale e la gestione del turismo. Questo sarà utile per determinare correttamente le misure per la sostenibilità ambientale di Maya Bay durante le future stagioni turistiche. Chiusure temporanee di attrazioni naturali non sono nuove in Thailandia. Ogni anno, il DNP chiude diversi parchi nazionali per un determinato periodo per consentire il giusto tempo di recupero ecologico. A seconda delle condizioni meteorologiche e della dislocazione dei parchi vengono decise le date di chiusura al pubblico. Le limitazioni sono dovute prevalentemente a condizioni meteorologiche estreme, specialmente durante il piovoso monsone annuale che può creare condizioni insicure. E comunque si tratta sempre di decisioni volte a rispettare e proteggere l’ambiente naturale.

Category_news: Turismo
Tags: Spiaggia