E' consentito l'uso dei droni nel paese?

In Thailandia solo i droni che pesano meno di 2 kg e sono privi di telecamera/macchina fotografica possono essere importati senza espressa autorizzazione.

In tutti gli altri casi l’introduzione di un drone da parte di uno straniero, anche se solo per un breve periodo, deve essere autorizzata dal “Civil Aviation Authority of Thailand” (CAAT). Sul sito web: www.caat.or.th e' disponibile il modulo di registrazione. Il modulo esiste solo in formato thailandese.

Il modulo compilato va inviato via fax al numero 66 (0)2 5688848.

Il tempo previsto per avere l’autorizzazione e’ di 60-90 giorni (devono essere verificati i requisiti del richiedente da parte di diversi Uffici thailandesi competenti).

L’uso in Thailandia di droni senza autorizzazione è passibile di una multa di 1.000 Euro e fino ad 1 anno di reclusione.

E' vero che non è possibile fumare sulle spiagge thailandesi?

Dal 1 novembre 2017 è proibito fumare su venti spiagge della Thailandia. I trasgressori saranno puniti con 1 anno di reclusione e/o 100.000 Baht di multa (2.700 Euro). Si raccomanda di attenersi scrupolosamente al divieto. Le Autorità thailandesi applicano questo tipo di normative con estremo rigore, senza eccezioni. Il diritto thailandese prevede inoltre che chi viola la legge sia incarcerato per tutta la durata delle indagini e del processo, salvo il pagamento di una cospicua cauzione.

Lista delle spiagge interessate dal divieto:

1. Mae Phim (Provincia di Rayong)

2. Laem Sing (Provincia di Chathaburi)

3. Bangsaen (Provincia di Chonburi)

4. Pattaya (Provincia di Chonburi)

5. Chom Thien, (Provincia di Chonburi)

6. Cha-am (Provincia di Phetchaburi)

7. Tham Phang, Koh Si Chang (Provincia di Chonburi)

8. Hua Hin (Provincia di Prachuap Kiri Khan)

9. Khao Ta-kiab (Provincia di Prachuap Kiri Khan)

10. Patong (Provincia di Phuket)

11. Bophud, Koh Samui, (Provincia di Surat Thani)

12. Sai Ree (Provincia di Chumporn)

13. Chala Thas (Provincia di Songkhla)

14. Simila (Provincia di Songkhla)

15. Tha Wasukri (Provincia di Pattani)

16. Koh Kai Nok, Koh Yao, (Provincia di Phang-nga)

17. Koh Kai Nai, Koh Yao, (Provincia di Phang-na)

18. Phra-ae’, Koh Lanta (Provincia di Krabi)

19. Klongdao, Koh Lanta (Provincia di Krabi)

20. Had Kaw Kwang, Koh Lanta (Provincia di Krabi)

E' possibile l'utilizzo delle sigarette elettroniche in Thailandia?

In Thailandia e’ espressamente vietato possedere, vendere, importare ed esportare sigarette elettroniche e loro componenti. Chi viene trovato in possesso di una sigaretta elettronica, compresi gli stranieri che si trovano in Thailandia per ragioni di turismo, e’ punibile con una multa pari a cinque volte il valore del bene cui puo’ aggiungersi una pena che puo’ arrivare a cinque anni di reclusione.

Quante sono le ore di volo dall'Italia?

Sono circa 10 con volo diretto. Ricordiamo che l'unica compagnia a collegare l'Italia (non-stop da Roma e Milano) alla Thailandia senza scali tecnici è la compagnia di bandiera Thai Airways

Quali e quante lingue si parlano in Thailandia?

La lingua ufficiale è il thailandese. L'inglese è parlato frequentemente nelle città e nelle zone turistiche. Il Nord della Thailandia conosce infine una ricchezza linguistica importante, conseguenza della presenza delle "tribù delle colline". Diverse etnie si stanziano infatti tra Chiang Mai, Chiang Rai e il Triangolo d'Oro, ognuna con una lingua/dialetto proprio.

E’ necessario acquistare una polizza/assicurazione di viaggio prima di partire?

L’assistenza medica nel paese è ottima ma prevalentemente privata. Ne consegue che avere una polizza a copertura di eventuali rischi legata alla propria salute sia indispensabile.  Potrete in questo modo ricevere cure ed assistenza di prima classe senza prosciugare il portafogli.

L’acqua è potabile?

Non consigliamo di bere l’acqua di rubinetto in Thailandia. Evitate per quanto possibile il ghiaccio, la verdura non cotta e tutti i cibi crudi. Valgono le precauzioni da prendere durante qualsiasi viaggio in un paese tropicale.

Quali sono gli orari degli esercizi commerciali?

Gli esercizi commerciali sono aperti per la maggior parte cinque giorni a settimana (dal lunedì al venerdì). Gli uffici pubblici sono aperti dalle 8.30 alle 16.30, con una pausa per il pranzo dalle 12.00 alle 13.00, dal lunedì al venerdì, tranne che durante le festività pubbliche. La maggior parte dei negozi sono aperti 12 ore al giorno, sette giorni su sette. I centri commerciali dalle 10.00 alle 22.00

Quali sono gli standard elettrici in Thailandia?

Il voltaggio della corrente elettrica è pari a 220/240 volt. Normalmente non serve ma può capitare di aver bisogno di un adattatore. Portatene uno universale al seguito.

Qual'è la valuta e come posso effettuare pagamenti?

La moneta locale in Thailandia è il bath (1 € = 38,17 THB). Per facilitare le spese quotidiane, consigliamo di possedere sempre delle banconote di piccolo taglio. Soldi e travel cheque si cambiano facilmente nelle banche. Le carte di credito (Visa, Mastercard, American Express) sono accettate negli hotel, nei negozi e nei ristoranti in Thailandia. Tuttavia non sono accettate da fornitori più piccoli come piccoli ristoranti familiari, bancarelle o nelle cittadine rurali. Sia negli aeroporti che nelle città si trovano frequentemente dei bancomat.

Qual è il fuso orario rispetto all’Italia?

Durante il periodo estivo bisogna regolare in avanti l’orologio di 5 ore rispetto all'orario italiano, mentre in inverno di 6 ore (per via dell’entrata in vigore dell’ora legale).

E’ possibile utilizzare i telefoni cellulari?

In Thailandia è possibile ricevere ed effettuare telefonate e sms usufruendo del roaming dei vari gestori thailandesi. Tuttavia è consigliabile acquistare una SIM locale che includa traffico dati per poter comunicare in libertà ed economicamente. Diffusissima la connessione free wi-fi. Per chiamare dalla Thailandia verso l'Italia comporre 001 + 39 + numero del corrispondente senza lo 0 iniziale.

Che rischi si corrono organizzando da soli il viaggio?

La Thailandia è una delle mete che più facilmente consentono una organizzazione  autonoma del viaggio, presentando in misura irrilevante pericoli o problemi di sorta. L'abbondanza e la varietà delle strutture ricettive consente facilmente di trovare una sistemazione per ogni tipo di budget, tranne alcuni limitati periodi come le festività natalizie, il Capodanno Cinese (fine gennaio - inizio febbraio), il Capodanno Thailandese (prima quindicina di aprile). In Italia ci sono tuttavia Tour Operators che conoscono perfettamente la destinazione e che possono garantire un'organizzazione professionale ed ineccepibile. Considerate sempre l'assistenza in loco che gli operatori sono in  grado di offrire ai propri clienti soprattutto nella gestione dei problemi e delle emergenze.

Qual è la stagione migliore per visitare la Thailandia?

Senza dubbio la stagione migliore in assoluto per visitare la Thailandia va da Dicembre a Marzo e, in particolare, i mesi di Gennaio e Febbraio. In questo periodo le piogge sono quasi assenti e la temperatura non raggiunge ancora i valori elevati della stagione calda (aprile-giugno).

Quali medicinali sono ammessi in Thailandia?

La legge thailandese disciplina in modo dettagliato le modalità di introduzione, all’atto dell’arrivo in aeroporto, di medicinali per uso personale da parte di cittadini stranieri.  Si riporta di seguito la procedura corretta da seguire per non incorrere nel sequestro dei medicinali su disposizione delle competenti autorità doganali o addirittura nell’arresto. Ogni medicinale deve essere inserito nella sua scatola originale (non sono ammessi, ad esempio, flaconcini o pastiglie senza confezione). Ogni scatola di medicinali deve essere accompagnata da una prescrizione medica redatta in lingua inglese, nella quale vengono specificati la necessità medica, il tipo di medicina e di cura nonché il quantitativo. All’arrivo in aeroporto l’interessato deve dichiarare formalmente, prima di passare la dogana, l’importazione di medicine per uso personale. La dichiarazione deve essere resa presentando la prescrizione medica in inglese presso presso l’Ufficio locale della Food and Drug Administration, che si trova in tutti gli aeroporti nell’area del recupero bagagli prima del transito doganale. Nel caso dell’aeroporto internazionale Suvarnabhumi di Bangkok, l’Ufficio si trova nei pressi del nastro bagagli n. 23.  I medicinali per uso personale non correttamente dichiarati presso l’Ufficio della Food and Drug Administration sono passibili di sequestro da parte dell’Ufficiale doganale senza possibilità di opporre appello

E’ possibile esportare oggetti d’arte e antiquariato?

E' proibito far uscire dalla Thailandia immagini o frammenti di immagini del Buddha. Per gli oggetti d'antiquariato o arte deve essere ottenuta una licenza dal Dipartimento delle Belle Arti. Per ulteriori informazioni contattare il Museo Nazionale di Bangkok Tel: (66-2)226-1661

Sono richieste vaccinazioni obbligatorie?

Non vi sono obblighi per quanto riguarda le vaccinazioni, tuttavia la profilassi antimalarica è consigliata se ci si appresta a visitare le zone più remote e le foreste del nord, nord-est: aree che sono fuori dai percorsi turistici tradizionali. In generale le condizioni igienico-sanitarie del Paese sono buone e gli ospedali sono efficienti e ben distribuiti su tutto il territorio nazionale. La Thailandia vanta alcune delle migliori strutture mediche private di tutta la regione. L’assicurazione medica è consigliabile: in caso di bisogno ci si può permettere di essere curati ed assistiti in strutture di classe mondiale.

La Thailandia è un paese sicuro per le famiglie?

Vige nel paese un grandissimo senso di rispetto per la famiglia ed i valori familiari. Non abbiate nessun timore di scegliere la Thailandia come meta delle vostre prossime vacanze. Vi sentirete a casa vostra e sarete entusiasti di scoprire le meraviglie di questa destinazione. Un particolare corpo di Polizia, la Tourist Police, e tutti gli uffici della Tourism Authority of Thailand (TAT) sono a disposizione del viaggiatore per risolvere problemi e fornire preziose ed aggiornate informazioni.

Che visto è necessario per visitare la Thailandia?

Per soggiorni fino a 30 giorni viene rilasciato un visto turistico all’ingresso nel paese

Può uno straniero comprare una casa in Thailandia ed esserne proprietario?

Uno straniero può comprare casa in Thailandia ed esserne effettivamente intestatario solo se si tratta di un appartamento in un condominio. In tutte le altre tipologie di proprietà immobiliare (esempio ville, villette a schiere, town house etc ... ) di norma un cittadino straniero non può divenirne intestatario diretto.

Che validità residua deve avere il passaporto?

Sei mesi dalla data di entrata nel paese

Si può guidare un’auto in Thailandia, con quale patente?

Viene riconosciuta la patente internazionale secondo il modello della Convenzione di Ginevra del 1949. Norme di guida: guida a sinistra, sorpasso a destra. Casco per motociclisti: obbligatorio. Cinture di sicurezza: è obbligatorio indossarle sui sedili anteriori. La patente è richiesta anche per la guida di motorini.